“L’AMICIZIA NELLE CULTURE E NELLE RELIGIONI: OCCIDENTE E ORIENTE A CONFRONTO”

Nella città di Roma, l’associazione Religions for Peace ha organizzato il 26 ottobre 2012 presso la Sala della Protomoteca di Piazza del Campidoglio e il 25 ottobre 2012 all’Aula Volpi dell’Università degli Studi Roma Tre, una conferenza internazionale sul tema “L’amicizia nelle culture e nelle religioni Occidente e Oriente a confronto”. Due giornate intense e ricche di interventi con accademici,  giornalisti, politici, esponenti del mondo religioso cristiano, cattolico, ebraico, islamici, induista, sikh, baha’ ì e del mondo dell’associazionismo.  La tematica dell’amicizia è stata dunque indagata attraverso varie prospettive: dal punto di vista filosofico, politico come una delle virtù umane civili che maggiormente andrebbe coltivata, un sentimento caratterizzato dall’accoglienza, dalla condivisione e soprattutto dalla “gratuità”, termine ricorrente in tanti degli interventi, ma basato su di una scelta ben precisa e consapevole non avendo, a differenza della parentela, alcun fondamento biologico. 

Grande spazio nelle due giornate è stato dato al valore dell’amicizia nelle diverse realtà religiose: l’amicizia alla base di un dialogo fecondo, la diversità religiosa e culturale come un’opportunità di arricchimento e superamento dell’identità.  Gli esponenti delle religioni abramitiche hanno portato a titolo esemplificativo diverse figure presenti nei loro testi: Abramo e Mosè quali figure dell’amico per eccellenza, Davide e Jonathan esempio di amicizia disinteressata e leale o ancora Noemi e Ruth, simbolo di diversità anche generazionale, unite da un legame intimo, puro e intenso.  A conclusione delle due giornate, coordinate da Luigi De Salvia, nella sezione “l’amicizia come terreno fertile per l’integrazione sociale e l’armonia interculturale” sono state invitate diverse associazioni, (tra cui Associazione Casa Africa, Associazione calciosociale, Associazione Uva universolaltro) a portare testimonianza delle buone pratiche, perché le buone pratiche, così come l’amicizia vanno prima di tutto praticate.

 

Valentina Savelli

 

Scrivi commento

Commenti: 0