Anno nuovo, nuova UVA! Buoni propositi...

Il calendario Maya ha profetizzato che il 2012 segnerà la fine di un ciclo cosmico e assisterà all'instaurazione di uno nuovo.

Mettendo da parte catastrofismi dell'ultim'ora e tentando di dissipare la pregnante presenza di uno sconfortante pessimismo l'Associazione Uva-Universolaltro vive con trepidazione i primi mesi del nuovo anno.

Siamo consapevoli, come Associazione come giovani laureati e come cittadini, delle difficoltà e dei deterrenti che ci attendono, ma non per questo accetteremo di crogiolarci nell'ormai dissonante nenia che predica la rassegnazione e l'immobilismo.

Uva-Universolaltro ha da poco compiuto sei mesi di vita e tanti sono i progetti portati a termine e quelli in cantiere. Anche quest'anno la nostra associazione si affaccia al mondo proponendosi di incentivare e di favorire la conoscenza per quel che concerne il suo specifico ambito di riflessione: le Scienze delle Religioni. Per far questo sceglie un approccio multiculturale e laico di fronte al fatto religioso contemporaneo al fine di rendere il dialogo interreligioso non un mero contenitore vuoto ma una estuario di saperi che possano sfociare nella condivisione e nella diffusione capillare di buone pratiche.

 

Secondo un'antica tradizione giapponese è di buon  auspicio riunirsi durante il primo mese dell'anno per augurarsi un cambiamento positivo per sé e per gli altri (Shinnenkai significa “riunirsi per il nuovo anno”). Anche noi l'abbiamo fatto e abbiamo provato ad immaginare il 2012 della nostra Associazione alimentando i sogni con propositi e impegni...

 

Ai. Nel 2012 mi piacerebbe realizzare un progetto che coinvolga i numerosi insegnanti di IRC al fine di favorire il dialogo e la reciproca conoscenza. Vorrei anche andare a vedere il sinodo dei valdesi ad agosto.

Giulia. Vorrei assicurare ad UVA un nuovo progetto per il 2012-2013 (Nel 2012 Uva ha tenuto sette laboratori di Storia delle religioni finanziate dal bando otto per mille della Tavola Valdese, ndr). Inoltre mi piacerebbe riuscire ad organizzare un viaggio di formazione di gruppo... vorrei far conoscere UVA, il nostro impegno, i nostri entusiasmi, quindi coinvolgere nuovi soci!

Federica. Mi sta a cuore l'idea di creare degli incontri meticci tra due mie passioni: l'insegnamento di Italiano agli stranieri e la didattica della Storia delle religioni in chiave di educazione alla cittadinanza e alla conoscenza. Pertanto mi piacerebbe lavorare diametralmente su questi due settori nella speranza che questa commistione dia vita ad esperienze fruttuose e diventi l'innesto, da diffondere a macchia d'olio, di buone pratiche per l'integrazione.

Marina. Mi propongo di occuparmi dello spazio relativo alle interviste (su IriNews) e di incentivare la produzione culturale (recensioni, scrittura, ufficio stampa). Inoltre tenterò di favorire i contatti con Professori di religione e con sacerdoti.

Annalisa: Vorrei lavorare a nuovi progetti e cercare di ripetere, anche per quest'anno, l'esperienza (gratificante sia umanamente che professionalmente) di Torino Spiritualità. Mi impegnerò affinché Uva “faccia rete” con le altre associazioni. Mi auguro di dare vita ad un interessante laboratorio nelle scuole e di riuscire a realizzare il nostro calendario multi-religioso! Dulcis in fundo,  perché non organizzare un evento di autofinanziamento aperto a tutti?

Monica: Acquisire competenze sempre maggiori rispetto a quello che è il “nostro primo amore” per riuscire a fornire in futuro un percorso che coinvolga maggiormente anche gli insegnanti delle scuole e il territorio; stringere i rapporti con le altre associazioni federate per dar vita, insieme, a nuovi progetti nazionali. Riuscire a supportarci economicamente cosí da avere più tempo da dedicare all'associazione.

Valentina: raggiungere l'indipendenza economica grazie a ciò che più mi appassiona!

Ilaria, per concludere, dice: UnitiVolareAlto! 

Comprensione, collaborazione, comunicazione e insieme andremo ovunque vorremo (o quanto meno più lontano possibile!). Come scrisse Max Weber "Anelare ed attendere non basta, e ci comporteremo in altra maniera: ci metteremo al nostro lavoro ed adempiremo al 'compito quotidiano', nella nostra qualità di uomini e nella nostra attività professionale. Ciò è semplice e facile, quando ognuno abbia trovato e segua il demone che tiene i fili della sua vita."

Noi il nostro demone lo abbiamo trovato!

 

...E tu, il tuo “demone” l'hai trovato?

 

Buon anno Uva!

(Federica Candido)

 

 


Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    beatrice (venerdì, 27 gennaio 2012 00:31)

    il mio proposito egocentrico per UVA è, appena laureata, continuare a studiare per rischiarare zone d'ombra di autocomprensione e approdare a un nuovi progetti di studio e formazione.

    i propositi 'altruisti', Sogno da tempo di regalare ad uva un progetto di finanziamento e mi propongo di continuare ad impegnarmi per questo! Sogno e mi propongo un viaggio esperienza comune!sogno e mi propongo che ciò che chiamiamo label trovi la via della realizzazione..sogno e mi popongo di trovare uno spazio concreto per i nostri sogni!
    "UnitiVolareAlto" ci piace!!

  • #2

    valentina (venerdì, 27 gennaio 2012 15:26)

    Ve l'ho mai detto che mi appassiona molto viaggiare?? quindi appoggio, come sempre, il nostro Presidente e la sua proposta di viaggio :-)!
    anche io, come Annalisa, vorrei ripetere l'esperienza bellissima e formativa di Torino Spiritualità.
    p.s. Congratulazioni Bea!

  • #3

    Giulia (martedì, 31 gennaio 2012 00:08)

    E ora....Ben Fatto!...GRazie! UnitiVolareALto!!!

  • #4

    Hiram Gorgone (sabato, 04 febbraio 2017 15:51)


    This piece of writing will help the internet viewers for creating new web site or even a blog from start to end.