Feste e simboli religiose nelle arti: presentazione degli incontri con il Tavolo interreligioso di Roma

Giovedì 19 gennaio, alle ore 17.00, presso il Museo Nazionale d'Arte Orientale di Via Merulana, si è tenuto il primo di una serie d'incontri che vede il coinvolgimento e la partecipazione attiva del Tavolo Interreligioso di Roma. Luigi La Rocca, sopraintendente del MNAO e del Museo Nazionale Preistorico ed Etnografico "Pigorini", ritiene quello con il Tavolo un incontro inevitabile nel percorso di ripensamento delle attività del Museo che hanno come obiettivo centrale il dialogo, la mediazione e la convivenza. Grazie alla sua posizione, nel cuore della Roma multietnica, a pochi passi da Piazza Vittorio, il MNAO si presta particolarmente al ruolo di promotore dell'integrazione: da diversi anni il museo realizza infatti percorsi didattici che coinvolgono soprattutto il mondo della scuola ed è proprio per proseguire tale attività che ha scelto di collaborare con l'Associazione di Promozione Sociale Tavolo Interreligioso di Roma. Paolo Masini, Consigliere Comunale del PD di Roma Capitale, ha sottolineato l'assoluta necessità di iniziative di questo genere per percorsi di reciproca conoscenza.

Il 2 febbraio la Professoressa M. I. Macioti terrà un incontro dal titolo "  Il fatto religioso nelle società multiculturali,"seguiranno quindi, un giovedì al mese, incontri con esponenti delle religioni induista, buddhista e musulmana che presenteranno elementi base della propria religione, sottolineando soprattutto il legame con il fenomeno dell'Arte. A seguire si avrà l'opportunità di visitare le collezioni del museo legate ad ognuna delle suddette tre religioni. Paola Gabbrielli, Presidentessa dell'Associazione, ha illustrato le passate e attuali attività del Tavolo, che è stato dal 1998 al 2008 l'organismo ufficiale del Comune di Roma per la promozione del pluralismo religioso nelle scuole romane. Peculiarità del Tavolo, composto da 6 diverse realtà religiose, è il principio di autorappresentazione: ognuno parla della propria religione, del proprio vissuto, della propria esperienza. Sempre mossi dal principio di laicità dello Stato, intendendo uno Stato che, anzichè escludere il fatto religioso lo includa, garantendo pari dignità e pari diritti a tutte le religioni (si ricordi sempre come ci siano intese ancora da ratificare) ed ai laici.


Uno degli strumenti che si mostra più utile per scalfire la percezione che gli italiani hanno del proprio paese, quale religiosamente monolitico, è il calendario interculturale, dove giorno per giorno si scopre la diversità e la pluralità delle feste. Quello del 2012, presentato da Giulia Pezone, vede la presenza,  accanto alle festività, di alcune ricette: i suoi realizzatori sono infatti convinti del fatto che la cucina sia uno strumento privilegiato per veicolare la Cultura e le Culture. Tema di quest’anno è il mare e le ricette di mare "Un giro del mondo attraverso i piatti marinareschi". La Sinnos è una cooperativa nata, 20 anni fa, dall'opportunità data ad alcuni detenuti del carcere romano di Rebibbia di imparare il mestiere dell'impaginatore; assolutamente da consultare la loro originale offerta editoriale. Ha concluso l'incontro la responsabile del Settore Didattico del Museo, Gabriella Manna, augurandosi che il museo si trasformi sempre più in foro piuttosto che in un tempio.

(Valentina Savelli)

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Paolo (mercoledì, 01 febbraio 2012 14:28)

    Oramai Vale si è trasferita al MNAO. Brava!

  • #2

    Bethany Coombs (venerdì, 03 febbraio 2017 18:06)


    Today, I went to the beach with my kids. I found a sea shell and gave it to my 4 year old daughter and said "You can hear the ocean if you put this to your ear." She placed the shell to her ear and screamed. There was a hermit crab inside and it pinched her ear. She never wants to go back! LoL I know this is entirely off topic but I had to tell someone!